Per chi non sopporta il Natale…

Per chi non sopporta il Natale…

Tiziano Beghelli foto

Non posso non scrivere di questo argomento, perchè il mio cuore urla e si apre a tutti coloro che, tra amici e conoscenti, mi hanno detto o postato sui social, frasi di questo tipo: “Vorrei dormire e risvegliarmi dopo l’Epifania, non sopporto questo periodo, odio le feste Natalizie”.

Il Natale per chi si sente solo, o triste, oppure ha subito un lutto, può rappresentare un disagio. Lo capisco. Ma vorrei suggerire a queste persone, che vivono questo periodo con distacco e fastidio, di ricordarsi che questi giorni racchiudono in se un significato di amore, di rinascita verso i sentimenti e verso la vita.

Per chi non è credente, può vedere il simbolo della nascita di Gesù come un simbolo di “rinascita alla vita”, un momento in cui riappropriarsi della propria vita spirituale e di bontà , coscienza ed amore verso il mondo, gli altri e l’universo in generale.

Ma soprattutto, miei cari infastiditi, è l’occasione per riappropriarvi dell’amore per voi stessi.

Vi sembrerà ormai una festa soltanto consumistica, falsa,  ma in realtà è l’unica festa che ha ancora il potere di riunire parenti ed  amici, di farci venire voglia di  un pensiero verso gli altri, che sia per fare un regalo o mandare una e-mail di auguri, oppure un semplice augurio inviato attraverso WhatsAp o Facebook.

Addobbate casa, allietate gli occhi, vestite il vostro cuore “da bambini”. Accendete qualche lucina a led natalizia e poi spegnete la luce nella vostra casa, ed in silenzio guardate lo spettacolo luminoso e caloroso di colori, come il rosso, l’oro e l’argento, fatevi il vostro personale regalo e “risentite” il Natale.

Passeggiate per le vostre città e godete del paesaggio illuminato dagli addobbi e dai colori, guardate il vostro prossimo, che sia della vostra terra o meno, senza giudizio ma a cuore aperto, guardatelo e concepitelo come anima e non per come è vestito, o per il colore del suo aspetto, oppure per le cose che fa.

Aprite il cuore, chiudete la mente che giudica, vi farà bene.

Concedetevi una vacanza interiore dalle brutture del mondo, dai problemi della vostra vita e dalle cose che non vi piacciono in voi e negli altri. Provate…per pochi giorni.

Le persone che vi sono lontane o non ci sono più, non vorrebero sentirvi con “il cuore chiuso”,  tristi o peggio apatici.

Ricordate i bei momenti trascorsi insieme ai vostri cari perduti e vivete questi flash back, come un regalo lasciato da loro. Fate qualcosa che piaceva fare a loro  in questo periodo, in loro onore. Festeggiate, brindate e mangiate dolci in compagnia.

E per chi si sente solo, troverà conforto nell’organizzare una cena con persone che vi fanno stare bene, ridete e scaldatevi il cuore di amici, risate ed allegria.

La mancanza ed il vuoto che ci lasciano alcune anime, va riempita di amore per se e per gli altri.

Il periodo Natalizio è quello che ci insegna a riunire anime e cuori ed allontanare la solitudine con amici e propri cari che magari, anche loro celatamentente vivono lo stesso vuoto e voi potreste essere un aiuto a colmarlo e viceversa.

Riempite la vostra anima di cose buone, di amici, luci, colori, canti e stelle… e ricordate, perchè dentro di voi lo sapete:

il Natale può essere motivo di allegria e di vostra personale rinascita.

Regalatevi una festa per l’amore che provate, o avete provato e, per chi prova oppure ha provato, amore per voi… non smetterò mai di dirlo:

l’amore si moltiplica e mai si divide e mai cessa di esistere.

Buon periodo Natalizio da Stera

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuti nella Casa di Stera
Ciao sono Stera, entra nella mia casa... sono benvenuti i coraggiosi, che affrontano ogni giorno il quotidiano, che hanno sete di amore, di arte e che vogliono sedurre la vita attraverso una crescita personale... A tutti voi, graditi ospiti, ringrazio della visita e mi raccomando presentatevi, ditemi chi siete... scrivetemi su info@casastera.com Seguite i racconti di Mystera...
Signature